Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Cambio compensativo
CESSIONE DI CREDITO EmptyVen 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Mobilità compensativa tra infermieri
CESSIONE DI CREDITO EmptyVen 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Verifica Equitalia
CESSIONE DI CREDITO EmptyGio 19 Feb 2015 - 2:17 Da Admin

» split payment
CESSIONE DI CREDITO EmptyGio 19 Feb 2015 - 2:16 Da Admin

» codice univoco fatture - IPA
CESSIONE DI CREDITO EmptyMer 18 Feb 2015 - 23:29 Da Admin

» tassa rifiuti- delibera di assimilazione
CESSIONE DI CREDITO EmptyMer 18 Feb 2015 - 3:33 Da Admin

» graduatoria a T.D.-riflessione
CESSIONE DI CREDITO EmptyLun 16 Feb 2015 - 23:57 Da Admin

» BONUS RENZI COMPENSAZIONE F24
CESSIONE DI CREDITO EmptyLun 16 Feb 2015 - 6:08 Da Admin

» pensioni S7 - servizi stampati non in ordine di data
CESSIONE DI CREDITO EmptyLun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» congedo parentale
CESSIONE DI CREDITO EmptyLun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» conflitto di interesse???
CESSIONE DI CREDITO EmptyVen 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» ICI / IMU IMPIANTI DI RISALITA
CESSIONE DI CREDITO EmptyVen 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» campo da calcio comunale
CESSIONE DI CREDITO EmptyVen 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» pensioni s7 e tabella voci emolumenti
CESSIONE DI CREDITO EmptyVen 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» Antenne. microcelle outdoor
CESSIONE DI CREDITO EmptyGio 12 Feb 2015 - 3:51 Da Admin

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Calcolo Irpef on line
http://www.irpef.info/

CESSIONE DI CREDITO

Andare in basso

CESSIONE DI CREDITO Empty CESSIONE DI CREDITO

Messaggio  VALTER il Lun 23 Mag 2011 - 6:02

Nel mese di dicembre è stato notificato al Comune un atto notarile di cessione di credito, nel quale Enel energia cede i propri crediti ad una società di factoring; secondo voi la cessione è valida senza la conferma di accettazione da parte del Comune.

Grazie ciao

VALTER

Messaggi : 141
Data d'iscrizione : 24.12.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CESSIONE DI CREDITO Empty Cessione del credito

Messaggio  Paolo Gros il Lun 23 Mag 2011 - 6:09

Con il contratto di factoring, l'azienda cliente cede ad una società specializzata (factor) i propri crediti esistenti o futuri (relativi per esempio a contratti ancora da stipulare), compresi quelli di natura fiscale: nella maggior parte dei casi, in ogni modo, si tratta di crediti di natura commerciale. Generalmente il factor fornisce una serie di servizi connessi (l'amministrazione, la riscossione o il recupero del credito stesso) ed eroga un'anticipazione finanziaria rispetto alla sua naturale scadenza. La cessione può avvenire in due forme: pro soluto, in cui il rischio d'insolvenza del debitore è trasferito alla società di factoring; o pro solvendo (cioè salvo buon fine), in cui il soggetto che cede il credito rimane coinvolto in caso di mancato incasso da parte del factor. Il pagamento del servizio di factoring è basato su una commissione e, se è previsto un anticipo dei crediti, su interessi calcolati in base alle condizioni di mercato.

Cio' detto se il comune vanta crediti nei confronti di Enel nulla osta se la cessione e' pro soluto.
Paolo Gros
Paolo Gros
Admin

Messaggi : 51828
Data d'iscrizione : 30.07.10

Visualizza il profilo http://paologros.oneminutesite.it/

Torna in alto Andare in basso

CESSIONE DI CREDITO Empty Re: CESSIONE DI CREDITO

Messaggio  francodan il Lun 23 Mag 2011 - 6:11

mi pare che il codice dei contratti preveda la possibilità di rifiutare la cessione di crediti da appalto con comunicazione entro 45 giorni dalla notifica di avvenuta cessione.
francodan
francodan

Messaggi : 6152
Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : 4 comuni e una unione in bassa lomellina

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CESSIONE DI CREDITO Empty Cessione pro soluto

Messaggio  Paolo Gros il Lun 23 Mag 2011 - 6:15

Nulla osta pro soluto in quanto per l'ente l'introito e' assicurato.
Ciononostante per rifarmi a cio' giustamente postato da Francodan se e' vero che non necessita l'assenzo del terzo e' anche vero che l’istituto della cessione del credito si connota di alcune peculiarità quando il debitore ceduto è la p.a. e si tratti di crediti derivanti da contratti di appalto pubblico. ( verifica i motivi del credito )
Dal combinato disposto dell’art. 69 della Legge di Contabilità di Stato (L.C.S.), secondo cui le cessioni devono risultare da atto pubblico o da scrittura privata autenticata da notaio (R.D. 18 novembre 1923 n. 2440), e dell’art. 9 della L. 20 marzo 1865 n. 2248 all. E - espressamente richiamato dall’art. 70 della L.C.S., in base al quale “sul prezzo dei contratti in corso non potrà avere effetto alcun sequestro, né convenirsi cessione se non vi aderisca l’amministrazione”, si ricava che il trasferimento di un diritto di credito vantato nei confronti della p.a., oltre a richiedere la forma dell’atto pubblico o della scrittura privata autenticata, necessita dell’accettazione dell’amministrazione.
Le suddette disposizioni, al fine di garantire la regolare esecuzione dei contratti, mirano ad assicurare che l’appaltatore non rimanga privo di mezzi finanziari e, conseguentemente, che le somme erogate vengano destinate all’effettivo soddisfo degli oneri economici correlati alle controprestazioni del privato contraente, attraverso la previsione di un divieto “relativo” di cessione, destinato cioè ad operare finché il contratto è in corso di esecuzione, con la conseguenza che ogni cessione diventa pienamente efficace con la semplice comunicazione, cioè a prescindere dall’accettazione della p.a., quando il contratto ha esaurito i suoi effetti.
Ne deriva che dal punto di vista strutturale lo schema della cessione del credito vantato nei confronti della p.a. non si differenzia da quello che si ricava dal codice civile.
Le differenze che si registrano riguardano da un lato i requisiti di forma e dall’altro l’efficacia e l’opponibilità della cessione al soggetto pubblico.

Paolo Gros
Paolo Gros
Admin

Messaggi : 51828
Data d'iscrizione : 30.07.10

Visualizza il profilo http://paologros.oneminutesite.it/

Torna in alto Andare in basso

CESSIONE DI CREDITO Empty CESSIONE DI CREDITO TRACCIABILITA'

Messaggio  Carlo il Lun 23 Mag 2011 - 9:28

Scusate se intervengo sull'argomento per ricordare a tutti gli obblighi di tracciabilità relativi anche alle cessioni di credito che ha sottolineato l'AVCP nella determinazione 10/2010:
2.8 Cessioni di credito
Per quanto riguarda le cessioni di credito, tale strumento di finanziamento, assai utilizzato dalle
imprese, potrebbe vanificare le previsioni sulla tracciabilità dei pagamenti se non venisse precisato,
almeno contrattualmente, che anche i cessionari dei crediti sono tenuti ad indicare il CIG/CUP e ad
anticipare i pagamenti all’appaltatore mediante bonifico bancario o postale sui conti correnti
dedicati. La normativa sulla tracciabilità si applica anche ai movimenti finanziari relativi ai crediti
ceduti, quindi tra stazione appaltante e cessionario, il quale deve conseguentemente utilizzare un
conto corrente dedicato.

Carlo

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 28.12.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CESSIONE DI CREDITO Empty cessione di credito

Messaggio  VALTER il Lun 23 Mag 2011 - 9:50

per la cronaca il credito che enel energia ha ceduto è quello relativo alle bollette di energia elettrica e il Comune non ha autorizzato la cessione ( questo però non è stato formalizzato), adesso la società di factoring sta chiendendo il pagamento degli interessi per ritardato pagamento di fattura regolarmente pagate all'enel. Ritarnando al discorso relativo all'autorizzazione secondo voi il fatto di non aver formalizzato la volonta di non voler cedere il credito può avere delle conseguenze ... cioè vale il silenzio assenso

VALTER

Messaggi : 141
Data d'iscrizione : 24.12.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CESSIONE DI CREDITO Empty Cessione di credito

Messaggio  Carlo il Lun 23 Mag 2011 - 10:05

Il comma 3 dell'art. 117 del Codice dei Contratti Pubblici dice:
3. Le cessioni di crediti da corrispettivo di appalto, concessione, concorso di progettazione, sono efficaci e opponibili alle stazioni appaltanti che sono amministrazioni pubbliche qualora queste non le rifiutino con comunicazione da notificarsi al cedente e al cessionario entro quarantacinque giorni dalla notifica della cessione.
(comma così modificato dall'articolo 2, comma 1, lettera z), d.lgs. n. 152 del 2008)

Mi sembra che questi siano i termini previsti e quindi oltre il 45° giorno le cessioni redatte con atto pubblico o scrittura privata autenticata, notificate dall'appaltatore all'ente pubblico dovrebbero essere comunque efficaci.

Carlo

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 28.12.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CESSIONE DI CREDITO Empty cessione del credito

Messaggio  michela di colandrea il Mar 24 Mag 2011 - 1:45

Scusate, mi inserisco in questa conversazione riguardo alla cessione del credito. nel caso di una liquidazione per dei lavori, in cui vi era una cessione del credito fatta con atto pubblico notarile, in seguito mi arriva una rinuncia da parte della cessionaria (trasmessa dalla cedente) che consiste in una semplice dichiarazione di rinuncia al credito neanche autenticata, posso emettere il mandato, considerando che nell'atto di liquidazione non viene neanche citata la rinuncia?

Grazie

michela di colandrea

Messaggi : 375
Data d'iscrizione : 30.03.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CESSIONE DI CREDITO Empty Re: CESSIONE DI CREDITO

Messaggio  francodan il Mar 24 Mag 2011 - 2:12

se per la cessione la legge esige una forma che dia certezza giuridica (atto notarile o scrittura privata autenticata)parimenti la rinunzia deve avere eguale forma
francodan
francodan

Messaggi : 6152
Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : 4 comuni e una unione in bassa lomellina

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CESSIONE DI CREDITO Empty CESSIONE DEL CREDITO

Messaggio  orchidea il Mar 24 Mag 2011 - 2:28

LA COMUNICAZIONE DELLA CESSIONE DEL CREDITO NOI L'ABBIAMO RICEVUTA DAL CESSIONARIO (IL QUALE CI HA MANDATO COPIA DELL'ATTO NOTARILE) E NON DAL CEDENTE (TELECOM) AL QUALE, NELL'ARCO DEI 45 GIORNI, ABBIAMO CHIESTO CONFERMA DELLA AVVENUTA OPERAZIONE. LA TELECOM NON CI HA MAI RISPOSTO. A QUALI RISCHI ANDIAMO INCONTRO E COME CI DOBBIAMO COMPORTARE DATO CHE NOI (NELLA TOTALE INCERTEZZA) NON STIAMO PAGANDO AD ALCUNO LE RELATIVE FATTURE?
GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE.

orchidea

Messaggi : 34
Data d'iscrizione : 22.12.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CESSIONE DI CREDITO Empty Re: CESSIONE DI CREDITO

Messaggio  francodan il Mar 24 Mag 2011 - 2:33

la forma pubblica notarile serve proprio a questo ,a dare certezza all'operazione ....comunque è sempre meglio fare accettazione espressa della cessione comunicandola sia al cedente che al cessionario....
francodan
francodan

Messaggi : 6152
Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : 4 comuni e una unione in bassa lomellina

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CESSIONE DI CREDITO Empty Re: CESSIONE DI CREDITO

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum