Argomenti simili
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Cambio compensativo
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Mobilità compensativa tra infermieri
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Verifica Equitalia
Gio 19 Feb 2015 - 2:17 Da Admin

» split payment
Gio 19 Feb 2015 - 2:16 Da Admin

» codice univoco fatture - IPA
Mer 18 Feb 2015 - 23:29 Da Admin

» tassa rifiuti- delibera di assimilazione
Mer 18 Feb 2015 - 3:33 Da Admin

» graduatoria a T.D.-riflessione
Lun 16 Feb 2015 - 23:57 Da Admin

» BONUS RENZI COMPENSAZIONE F24
Lun 16 Feb 2015 - 6:08 Da Admin

» pensioni S7 - servizi stampati non in ordine di data
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» congedo parentale
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» conflitto di interesse???
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» ICI / IMU IMPIANTI DI RISALITA
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» campo da calcio comunale
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» pensioni s7 e tabella voci emolumenti
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» Antenne. microcelle outdoor
Gio 12 Feb 2015 - 3:51 Da Admin

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Calcolo Irpef on line
http://www.irpef.info/

NON CI CREDO.

Andare in basso

NON CI CREDO.

Messaggio  Robespierre il Dom 7 Dic 2014 - 7:03

Finanza pubblica. Pacchetto di semplificazioni sui vincoli agli enti locali allo studio del Governo per il
passaggio in Senato della legge di stabilità
In arrivo il taglia-norme su bilanci e personale
G.Tr.
La legge di stabilità scalda i motori per il passaggio al Senato e prende forma il nuovo pacchetto enti locali,
che accanto alla «tassa unica» dovrebbe comprendere anche una robusta dose di semplificazione promessa
dallo stesso presidente del Consiglio Matteo Renzi per le regole che imbrigliano i bilanci comunali.
Un primo assaggio si era affacciato già alla Camera, per esempio con il correttivo che ha alzato al 10% il tetto
delle spese di ammortamento in rapporto alle entrate correnti, con l'obiettivo di dare spazio agli investimenti
locali (e per esempio di permettere a Milano il carico aggiuntivo di mutui necessario alla nuova linea Blu della
metropolitana, la M4).
Il grosso, però, è atteso al Senato e Palazzo Chigi ha lavorato di forbici per cancellare due gruppi di norme:
quelle che hanno dettato vincoli di bilancio puntuali (ma più che risparmi effettivi hanno finito per produrre
delibere interpretative delle diverse sezioni della Corte dei conti) e quelle che hanno moltiplicato il calendario
degli adempimenti (senza nemmeno puntare sulla carta a un risparmio di risorse).
Il primo gruppo di semplificazioni è quello più atteso dai sindaci e punta, per esempio, a una drastica sfoltita
all'infinità dei parametri che dovrebbero limitare la spesa di personale in rapporto alle uscite correnti oppure
vincolare le strutture delle dotazioni organiche. Tutte regole ricche di ottime intenzioni ma povere di risultati
concreti, come mostrano le agitazioni prodotte a Milano, Roma e in tanti altri Comuni dalla presenza di
contratti integrativi fuori linea. Verso una revisione dovrebbe essere anche la gabella di Stato sulle
dismissioni, che impone agli enti locali di versare al Fondo per l'ammortamento dei titoli di Stato il 10% dei
proventi dalle dismissioni dei loro immobili.
Il secondo capitolo, invece, va più incontro ai desideri di funzionari e operatori, perché punta a cancellare gli
obblighi di scrivere e controfirmare le relazioni di inizio e fine mandato, i piani e le relazioni sulle performance
e così via: a tramontare, insomma, dovrebbe essere tutto quel florilegio di rendiconti che avrebbero dovuto
aumentare la trasparenza amministrativa, ma che nei fatti non sono stati letti praticamente da nessuno.
La filosofia è chiara e prevede obiettivi certi da assegnare agli enti locali insieme all'autonomia effettiva per
raggiungerli. In un quadro semplificato, è l'idea, dovrebbe essere più facile anche effettuare controlli
sostanziali e individuare le responsabilità che oggi spesso restano celate dentro al groviglio delle regole.
Resta da capire se tutti i "controllori" saranno d'accordo.
avatar
Robespierre

Messaggi : 263
Data d'iscrizione : 29.11.14

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: NON CI CREDO.

Messaggio  Robespierre il Dom 7 Dic 2014 - 8:52

ma che nei fatti non sono stati letti praticamente da nessuno.

...ma va...non me ne ero accorto.

Già perchè tutto il resto è comprensibile...

E poi...iniziamo bene.. nuovo contabilità con la miriade di inutili e incomprensibili allegati e adempimenti..giusto per semplificare. Missioni, Cofog, programmi, Piano integrato, Livello 1-2-3-4-5-6-7-8-9-10 (melius abundare quam defecare) 96 principi contabili, FPV riaccertare, reimpegnare, disaccertare, disimpegnare, reimputare, riequilibrare, rimodellare, riutilizzare, riabilitare, rimbambire.

Ma che vi venisse un barlume di intelletto...si chiede troppo?

Ah, intendo: il suo cervel, Dio lo riposi,
In tutt’altre faccende affaccendato,
A questa roba è morto e sotterrato.
avatar
Robespierre

Messaggi : 263
Data d'iscrizione : 29.11.14

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

re

Messaggio  Paolo Gros il Lun 8 Dic 2014 - 23:47

96 principi contabili, FPV riaccertare, reimpegnare, disaccertare, disimpegnare, reimputare, riequilibrare, rimodellare, riutilizzare, riabilitare, rimbambire

concordo ed evidenzio di aver gia' ottenuto l'obiettivo in neretto
avatar
Paolo Gros
Admin

Messaggi : 51828
Data d'iscrizione : 30.07.10

Visualizza il profilo http://paologros.oneminutesite.it/

Torna in alto Andare in basso

Re: NON CI CREDO.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum